Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 868, fasc. sentenza n. 448 su Marzon Bruno et al., f.s., foglio 31

INTERROGATORIO L’anno 1945 addì I Giugno nelle carceri Mandamentali di Cittadella davanti all’Avv. Cappello Giuseppe, Conz Giovanni, è comparso il Sig. Mazzon Bruno fu Gino; nato il 14.8.1910 a Padova che a domanda rispose: Viene interrogato ANTONIOL ASTENIO fu Luigi da S.G.Bosco di anni 24, impiegato, in proposito al sequestro di merce operato dalle Brigate Nere a Casarin Vittorio fu Leonardo da S.Giorgio Bosco. Egli riferisce testualmente: trovandomi presso l’Ufficio Accertamenti Agricoli della Federazione Dei Fasci di Padova ero con l’Ufficio Adiacente all’Ufficio Economico della stessa Federazione. Potei così venire a conoscenza di un verbale di sequestro merce operato in casa di Casalin Vittorio e trattandosi di persona ben conosciuta e mio compaesano mi presi la briga di leggerlo. Riscontrai che la merce sequestrata era distinta per colli e non per metratura, preciso che si trattava di stoffe in sorte. Nel verbale era elencato solamente un certo numero di colli che riguardavano stoffe, non trovai alcun cenno di cuoio sequestrato. Saputo dal Casarin che a costui era stato sequestrato anche del cuoio, avvertii il Capo Ufficio dell’Ufficio Economico Ten. Barbaro del fatto. Questi immediatamente scrisse alla Brigata Nera di Cittadella informandone del fatto, questa lettera per quanto mi consta non ebbe risposta. Posso con sicurezza affermare che i verbali di sequestro erano firmati dagli agenti Mazzon, non ricordo bene se con firma autografa o dattilografata. A questo punto interrogato il Mazzon Bruno conferma di essere stato lui assieme al fratello Vasco a denunciare la giacenza di merce del Casarin alla Brigata Nera di Cittadella su informazioni avute dal Cacciavillani Giusto da Lobia di S.G. in Bosco, il quale pretendeva il 20% sul valore della merce. Il Mazzon afferma di sapere indirettamente che lo stesso Cacciavillani in altre occasioni ha denunciato delle persone ritenute antifasciste a scopo ricattatorio (caso Rossato e Brugnaro di Paiovola di S.G. Bosco). Letto, confermato e sottoscritto. Mazzon Bruno. Antoniol Astenio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...