Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 868, fasc. sentenza n. 448 su Marzon Bruno et al., f.s., foglio 51

Foglio 51: “COPIA CONFORME” COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE == Rosà === N° 98/ord. Div. Oggetto – Dichiarazione. Per quanto consta a questo Comitato il Sig. TREVISANI ALFREDO fu Alessandro abitante a Cittadella (Padova) fu, da quando ebbe sentore del movimento clandestino, simpatizzante costantemente a questo movimento. Egli ebbe informazioni generali da ARGENTI Luigi Comandante il Gruppo di Rosà, e detenuto politico nei sette mesi precedenti alla liberazione. In seguito all’incendio della casa di Argenti, egli lo aiutò materialmente e moralmente la sorella di lui. La sua posizione sociale può avere dato adito ad insinuazioni, che però a questo Comitato, e per quanto riguarda i suoi rapporti col nostro movimento, risultano infondate. Parecchie volte fu informato di azioni che sarebbero state compiute dai Gruppi della nostra zona, e sempre tenerle segrete. Al nostro Gruppo inviò due mesi prima della liberazione un maresciallo tedesco che disertò le file della Wermacht. Visto: il Comandante il Gruppo di Rosà Firmato Rino Comacchio. Timbro del Comune di Rosà Il Presidente ADino.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...