Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 868, fasc. sentenza n. 448 su Marzon Bruno et al., f.s., foglio 65

Circa quaranta giorni fa mi giunse per la quarta volta un’altra ispezione e perquisizione da parte della polizia segreta tedesca di Padova ricercandomi come il solito, armi, munizioni, benzina, nafta, olii, ecc, naturalmente ch’io avrei dovuto tenere occultato per i Gruppi Partigiani. La perquisizione venne condotta, visitando ogni antro, perfino battendo col martello sui terrazzi delle stanze, insomma visitando minutamente ogni luogo, fortunatamente con nulla di fatto. Mi ebbero a dichiarare che ciò fecero su segnalazione fatta da qualche buoni italiano che viveva con quelli espedienti. Sta di fatto che a qualche giorno di distanza nel pomeriggio verso le ore sette venne in Cittadella nel mio negozio il Sig. Mazzon, il quale testualmente mi disse “come mai non mi avete detto niente di ciò che vi ebbe a succedere l’altro ieri “Non potevate farmele sapere” “Non potevo io esservi utile? Alche risposi, grazie, nulla di straordinario, sono le solite storie di amici che mi vogliono bene, ma grazie a Dio so di essere a posto. Allora il Mazzon avendo trovata poca soddisfazione dalla mia risposta soggiunse, tengo anche a farvi vedere una cosa, e così dicendo estrasse da un taschino un foglietto di carta quadrettata di formato piccolo con su segnate un schizzo a lapis rosso e bleu, inoltre delle diciture con segnate delle distanze a lapis nero, e disse conoscete questa calligrafia? Io risposi no. Questo schizzo se non lo sapete e stato rimesso al Comando Tedesco della polizia segreta da cui io dipendo dal Sig. Cacciavillani Giusto di S. Giorgio in Bosco. Risposi un bel farabutto. Allora il Mazzon ripiegò il foglietto e se lo rimise in tasca, dicendomi, siccome noi italiani siamo più furbi dei tedeschi, io per darvi detta dimostrazione l’ho carpita senza che se ne accorgessero e naturalmente lo debbo riportare. E insoddisfatto se ne andò. La deduzione ch’io feci da detto fatto sono, che la segnalazione alla polizia segreta da cui esso apparteneva vennero da esso fatte, visto che nulla mi venne trovato, allora volle far vedere di interessarsene, non sapendo cosa fare tirò fuori il foglietto di anzi citato, forse anche quello da esso compilato. Questa è la solita dimostrazione ricattatoria da detto signore per sistema sempre escogitata.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...