Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 869, fasc. sentenza n. 456 su Cattani Primo, foglio 15

Monselice 27/6/1945

AL COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE MONSELICE – AL COMITATO L.N. PER L’EPURAZIONE PADOVA

Denuncia a carico del fascista Malfa partecipe del rastrellamento effettuato la notte del 18 ottobre 1944 in danno dei 29 Garibaldini:

La mattina del 18 ottobre 1944 il fascista Malfa, autista dell’ispettore delle brigate nere Cattani Primo, si portava con l’auto nella casa di mia sorella e procedeva al mio arresto assieme al brigadiere Curzio Raffaele e Verza Luciano delle brigate nere ove mi portarono in caserma che trovai gli altri 28 compagni Garibaldini. La sera fummo tradotti alla casa penale di Padova, consegnandoci alla SS tedesca. In quel carcere nel nostro periodo di permanenza passammo all’interrogatorio e passando giorni di sofferenze, il 30 Novembre mi deportarono ai lavori in un settore delle prealpi lungo la linea del Brennero.

Tiberio Bernardini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...