Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 869, fasc. sentenza n. 456 su Cattani Primo, foglio 138

Esame del Testimone con giuramento. Fattosi entrare in udienza il testimone Mario Giovanni. (…) Richiesto delle sue generalità, risponde: Sono e mi chiamo: Mario Giovanni fu Domenico, d’anni 41, nato ad Abano, residente a Galzignano. Interrogato in merito ai fatti della causa risponde: In mia presenza il Cattani nel negozio di Ferrato dichiarò che in seguito all’uccisione del Federale erano andati a Ferrara ed avevano ucciso 22 cittadini. Disse proprio così: “Ne abbiamo uccisi ventidue”. In quell’occasione, per un malinteso, trasse fuori la rivoltella e minacciò il Paolino.

Esame del Testimone con giuramento. Fattosi entrare in udienza il testimone Gallo Angelo (…) Richiesto delle sue generalità, risponde: Sono e mi chiamo: Gallo Angelo qualificato a foglio 73 retro. Interrogato in merito ai fatti della causa risponde: E’ vero che nel 1935 fui fatto arrestare dal Cattani per aver detto qualche parola contro il fascismo e quando mi tradussero davanti a lui mi prese a pugni e schiaffi, lasciandomi poi libero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...