Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 866, fasc. sentenza n. 445 su Cursio Raffaele e Callegaro Primo, foglio 151

VERBALE di istruzione sommaria (Art. 381 e seg. Cod. proc. Pen.) L’anno 1945 il giorno 20 del mese di settembre in Padova Avanti di Noi Dott. Avv. Enrico Pubblico Ministero presso la Corte Straordinaria d’Assise di Padova assistito dal sottoscritto Segretario

E’ comparso Bortolotto Amelia fu Ferdinando di anni 37, nata a Conselve, domiciliata a Monselice fraz. Marendolo, via Granzette, vedova di Carta Antonio.

I.r. confermo la denuncia relativa alla uccisione di mio marito, Carta Antonio, che mi si legge. Quando Furlan Guerrino fuggì, il maresciallo Curzio, alla risposta di mio marito di non conoscere il nome, lo percosse alla testa col caricatore del parabellum, ferendolo, ed ordinò poi di fucilarlo. Esecutore della fucilazione fu Montin Giovanni; dopo che mio marito era caduto Zilio Armando, altro milite, gli sparò un colpo alla testa. Confermo la denuncia a carico di Callegaro Primo, che mi si legge. Dopo il mio arresto fui percossa e seviziata ad opera del Callegaro, del maresciallo Curzio, ed il milite Visentin. Callegaro aveva ai piedi le scarpe di mio marito, che mi sono state poi restituite dalla moglie. Curzio mi tolse la fede d’oro, che portavo al dito. Della roba di casa non mi è stato restituito che un armadio, a mezzo del maresciallo Barbieri. Questi si trovava in caserma e disse parlando mio marito e di me: sarebbe bene levarli tutti dalla circolazione. Ho sentito che ha partecipato ad una cena fatta dai fascisti con le anitre che io avevo in casa.

L.c.s. Bortolotto Amelia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...