Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 866, fasc. sentenza n. 445 su Cursio Raffaele e Callegaro Primo, foglio 156

VERBALE di istruzione sommaria (Art. 381 e seg. Cod. proc. Pen.) L’anno 1945 il giorno 20 del mese di settembre in Padova Avanti di Noi Dott. Avv. Enrico Longobardi Pubblico Ministero Presso la Corte Straordinaria d’Assise in Padova (…)

E’ comparso Romito Giuseppe fu Bortolo di anni 65 nato a Monselice, ivi domiciliato, fraz. Marendole.

I.r. Abito vicino alla casa di Carta Antonio. Una mattina dell’ottobre scorso, verso le 7, vidi giungere numerosi fascisti. Questi ci ingiunsero di restare in casa, ed invasero quella del Carta. Poco dopo sentii una scarica di arma da fuoco. Più tardi, allontanatisi i fascisti, vidi il cadavere del Carta, che era stato fucilato. La casa del Carta fu svuotata di ogni cosa dai fascisti. A d.r. Non ho conosciuto alcuno dei fascisti, e nulla posso dire sul loro conto. L.c.s. Romito Giuseppe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...