Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 866, fasc. sentenza n. 445 su Cursio Raffaele e Callegaro Primo, fogli 285 e 286 (replicati ai fogli 287 e 288)

Richiesta di Decreto di citazione a giudiziario Art. 396 e seg. Cod. proc. Pen. Il P.M. presso la Sez. Spec. di Corte d’Assise VISTI gli atti Processuali (N. 697 Reg. Gen. del Proc. Del Regno)

CONTRO

I= CURSIO RAFFAELE di Raffaele e di Vigilante Lucia, nato a S. Marco in Lamis (Foggia) il 5 gennaio 1920, detenuto

2= CALLEGARO PRIMO fu Domenico e di Ferrato Marcella, nato a Monselice il 30 luglio 1911, detenuto

IMPUTATI

Del reato di collaborazione col tedesco invasore (art. I D.L.L. 22.4.1945 n. 142 in relazione all’art. 5 D.L.L. 27.7.1944 n. 159 e 51 C.P.M.G.) per avere, in epoca successiva all’8 settembre 1943, in Monselice e altrove, nelle rispettive qualità di sottufficiale e di graduato della G.N.R., commesso fatti diretti a favorire le operazioni militari del nemico e a nuocere a quelle delle forze armate dello Stato Italiano, partecipando a rastrellamenti arresti, perquisizioni in danno di elementi della resistenza, sottoponendo gran parte di essi a sevizie prolungate ed efferate ed in particolare il Cursio cagionando la morte del partigiano Dott. Orlandini Girolamo

IL CURSIO INOLTRE

  1. Del delitto di omicidio (art. 575 C.P.) per avere, la sera del 30 ottobre 1944 in Galzignano, cagionato con più colpi di arma da fuoco la morte del dr. Orlandini Girolamo che decedeva a Torreglia, in seguito alle ferite riportate il 4 novembre successivo.
  2. Di altro delitto di omicidio (art. 575 C.P.) per avere il 22 dicembre 1944, lungo la strada da Solesino a S. Elena di Este, cagionato con arma da fuoco la morte di Santi Pietro di Vittorio.
  3. Di altro delitto di omicidio (art. 575 C.P.) per avere, il 12 ottobre 1944, in Monselice, cagionato con arma da fuoco la morte di Carta Antonio.
  4. Del delitto di danneggiamento aggravato (art. 635 p.p. e cpv. n. 1 C.P.) per avere, il 22 ottobre 1944 in Monselice, con violenza alle persone distrutto con le fiamme e disperso la mobilia della casa di abitazione di Zerbetto Sergio.
  5. Del delitto di sequestro di persona aggravato e continuato (art. 81=605 =61 n. 4 C/P.) per avere, in epoca successiva all’8 settembre 1943, in Monselice ed altrove, con più atti esecutivi di un medesimo disegno criminoso privato della libertà personale Forlin Orlando, Scarparo Fedora, Tognin Fortunato, Piva Angelo, Tognin Giovanni, Augusto ed Enrichetto, Bregolin Primo, Sattin Bruno, Spagna Luigina, Miotto Vittorio ed altri, adoperando sevizie, ed agendo con crudeltà verso di essi.

IL CALLEGARO INOLTRE:

del delitto di sequestro di persona aggravato e continuato (art. 81, 605, 51 n. 4 C.P.) per avere, in data successiva all’8 settembre 1943, in Monselice ed altrove, con più atti cesecutivi di un medesimo disegno crimonoso, privato della libertà personal eGirotto Clemente, Biasiolo Silvio, Temporin Armando, ed altri, adoperando sevizie ed agendo con crudeltà verso di essi.

IL CURSIO ED IL CALLEGARO INOLTRE:

  1. di concorso nel delitto di tentato omicidio (art. 110=56=575 C.P.) per avere in corso tra di loro, il 12 agosto 1944 in Monselice allo scopo di cagionare la morte di Capuzzo Guglielmo colpito il medesimo con diversi colpi di arma da fuoco, non raggiungendo l’intendo per circostanze indipendenti dalla loro volontà.
  2. di concorso nel delitto di rapina aggravato e continuato (art. 110=81=628 p.p. e u.p. n. 1 C.P.) per essersi, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso in concorso tra di loro e per procurarsi un ingiusto profitto, impossessati con violenza il 18 ottobre 1944 in Monselice, di due coperte di lana, 12 paia di calze da uomo, 8 metri di stoffa, due paia di pantaloni, tre bluse ed altro ed il 21 ottobre 1944 della somma di lire 555.000 e di lire 42.000 sottraendo il tutto rispettivamente a Girotto Luigi, Ponchia Danilo e Sturaro Giuseppe che lo detenevano.
  3. Di concorso del nelitto di sequestro di persona aggravato e continuato (art 110=81=605=61 n. 4 C.P.) per avere in concorso fra di loro in data successiva all’8 settembre 1943, in Monselice ed altrove, con più atti esecutivi di un medesimo disegno criminoso, privato della libertà personale Capuzzo Guglielmo, Sturaro Giuseppe, Ponchia Danilo, Moro Luigi, e Giuseppe, Forlin Orlando, Guglielmo Bruno, Giorgio Angelo, Barollo Alessandro, Bergamasco Antonio, Fasolato Guglielmo, Schivo Ettore, Sattin Rino, Pegoraro Primo, nonché 29 garibaldini di Monselice tra cui Bernardini Alfredo e Tiberio, Baveo Ottavio, Sartori Idelmino, Gagliardo Tranquillo, Gialain Danilo, Rebato Radames, Girotto Dante e Luciano, che furono tutti deportati in Germania, donde otto di essi non hanno fatto ritorno, agendo con crudeltà ed adoperando sevizie prolungate ed efferate perso le persone degli arrestati.

Per tutti gli imputati e per tutti i reati concorrenti con l’aggravante di cui all’art. 61 n. 5 C.P. per avere profittato di circostanze di tempo e di luogo, tali da ostacolare la pubblica e privata difesa.

Lista delle parti offese e dei testimoni:

  1. Girotto Luigi fu Antonio via S. Salvaro n. 9 Monselice
  2. Celadin Gemma fu Ernesto Galzignano
  3. Celadin Lina fu Ernesto Galzignano
  4. Moro Luigi, di Attilio Vescovana
  5. Moro Giuseppe di Luigi Vescovana
  6. Bernardini Tiberio, di Giuseppe via II febbraio 12 Monselice
  7. Calore Carlotta in Gagliardo via Matteo Carbone 6 Monselice
  8. Gagliardo Tranquillo via Matteo Carbone 6 Monselice
  9. Sturaro Giuseppe fu Angelo via Cantarella n. 45 Monselice
  10. Ponchia Danilo Monselice
  11. Baveo Ottavio Monselice
  12. Zerbetto Sergio di Basilio via Argine di mezzo 131 Monselice
  13. Sartori Giancarlo di Giovanni Piazza Mazzini 3 Monselice
  14. Forlin Orlando, fu Cesare via Costa Calcinara 22 Monselice
  15. Scarparo Fedora, fu Antonio via Cadorna n. 2 Monselice
  16. Gialain Danilo, di Antonio via Cadorna n. 2 Monslice
  17. Murno Giulietta in Bernardini via Costa Clacinara 35 Monslice
  18. Tognin Fortunato di Antonnio via Marconi 25 Pozzonovo
  19. Capuzzo Guglielmo di Giobatta via Stortola 143 Monselice
  20. Capuzzo Giobatta fu Luigi via Stortola 143 Monselice
  21. Piva Angelo fu Riccardo via Fragose 181 Monselice
  22. Tognin Giovanni di Isodoro via Albere 90 Monselice
  23. Fortin Augusto via Argine di sinistra 14 Monselice
  24. Bregolin Primo, di Giuseppe via MArendola 103 Monselice
  25. Bortolotto Amelia, fu Ferdinando, ved. Carta Monselice
  26. Callegaro Giuslia in Rebato Monselice
  27. Baveo Ottavio di Tullio via Ghiacciaia 4 Monselice
  28. Ruzzon Armando di Ermenegildo via. M. Santibello 7 Monselice
  29. Girotto Clemente di Erminio via Stortola 152 Monselice
  30. Breggè Armando di Florindo Monselice
  31. Schivo Ettore fu Carlo Mosnlice
  32. Pergoraro Primo Monselice
  33. Sattin Rino Monselice
  34. Oblaschi Enelito S. Bortolo 208 Monselice
  35. Salvan Emilio, di Giuseppe via Costa Calcinara 53 Monselice
  36. Callegaro Giulia, fu Luigi via Garibaldi Monselice
  37. Rossi Alfio di Amedeo via Garibaldi 24 Monselice
  38. Sattin Bruno di Cesira via Umberto n. 27 Monselice
  39. Marigo Ermenegilda in Furlan S. Bortolo Monselice
  40. Romito Giuseppe fu Bortolo Marendole
  41. Drago Stefano di Stefano via Granzette
  42. Zerbetto Umberto fu Federico via Granzette 235 Monselice
  43. Biasiolo Silviofu Emilio S. Bortolo 45
  44. Bernardini Maria di Antonio Vanzo di S. Pietro Viminario
  45. Santi Vittorio fu Giovanni Solesino
  46. Guglielmo Bruno di Giovanni Carara S. Giorgio
  47. Giorgio Angelo di Valentino Carrara S. Giorno
  48. Bergamasco Antonio fu…Carrara S. Giorno
  49. Fasolato Guglielmo fu Ferdinando Bassano del Grappa, guardia di finanza
  50. Muraro Giacinto fu Lorenzo S. Pietro Viminario
  51. Forcato Mario, fu Antonio Galzignano
  52. Pittarello Lina fu Ercole ved. Orlandini via Guizza 30 Padova
  53. Temporin Armando fu Annibale Monselice
  54. Santa Emilia di Vittorio via S. Giacomo Monselice
  55. Giavara Cesare, fu Gustavo S. Elena
  56. Roma Angelo Solesino
  57. Badoero Angelo Solesino
  58. Cappello Rino Solesino
  59. Maresciallo car. Barbieri Beniamino, comandante staz. Principale Padova (Prato della Valle)
  60. Miotto Vittorio di Ermenegildo Campagnola di Brugine
  61. Spagna Luigina di Antonio via Bengasi n. 1 Padova

Padova 29.11.1946 IL PUBBLICO MINISTERO

Condannati £ 2000 (incomprensibile, dnr.) accompagnati dalla forza pubblica 28-9

[nel retro appare il DECRETO DI CITAZIONE, ndr.] Ordina agli Ufficiali Giudiziari che ne saranno richiesti, di citare l’imputato in detta richiesta nominati, per l’udienza che da questa Corte sarà tenuta ad ore 9 del dì 27/12/1946 nella sua residenza in Padova con diffida che non comparendo, sarà proceduto in contumacia e nomina a difensore d’Ufficio il Signor Avv. Bianco Mengotti per il 1° – Guida per il 2°

Dato a Padova, li 31-12-1946 Il Cancelliere (…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...