Archivio di Stato di Padova, Corte d’Assise Straordinaria, b. 868, fasc. sentenza n. 448 su Marzon Bruno et al., f.s., foglio 107

(vi è un timbro recante GIUSEPPE e ARTURO MANTOVAN Chioggia – CAVANELLA D’ADIGE, ndr.) Cavanella d’adige, 15-7-45 Spett. Comitato Prov. Di Liberazione Nazionale Padova Nel dicembre 1943 fummo coinvolti negli arresti qui eseguito in seguito a tradimento per aiuto prestato agli ex prigionieri inglesi. Dovevamo insieme ai patrioti di qui imbarcare sui sommergibili alcuni di essi. Dirigeva l’operazione Padre Artero, salesiano missionario, i coniugi Bruseghin ed altri. La nostra casa venne messe a soqquadro per trovarvi i prigionieri ma nulla fu trovato perché nascosti nei luoghi sicuri. Mentre il Mantovan Giuseppe poté fuggire, fu arrestato il Mantovan Arturo, i coniugi Bruseghin e padre Artero che rimasero nelle carceri dei Paolotti costi per una decina di giorni. Feroce esecutore delle ricerche e dell’arresto fu il conte Di Velo, costi dimorante al Bassanello N. 39 A assieme ad un tedesco dimostratosi molto più umano! Che fina ha fatto il conte di Velo, allora capitano Barbieri? Distinti ossequi. Giuseppe Mantovan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...